Una presidenza femminile per guidare Confapi verso nuovi approdi.

Dhebora Mirabelli

Dhebora Mirabelli

Imprenditrice, Export Manager, Esperto di Innovazione, Avvocato. Dhebora Mirabelli è il primo Presidente Donna di Confapi Sicilia.

Imprenditrice con esperienza nell’agri-food, agricoltura biologica, edilizia, editoria. Negli ultimi anni ha collaborato a numerosi progetti di innovazione etica e sociale. Tra quelli che le stanno più a cuore quelli di famiglia, dalla più rinomata e storica azienda vivaistica con oltre 50 anni di vita, pluripremiata e con una gestione tutta al femminile, alla trasformazione dell’Arintha immobiliare in un progetto di green building e coworking unico nel Sud Italia. Si è occupata di progettazione, assistenza tecnica e supervisione nell’ambito di diversi contesti istituzionali, in particolare per l’allocazione delle risorse di finanziamenti, fondi e progetti europei (POR Sicilia, POR-FSER).

Tra i progetti che ha seguito a livello di management ha supportato il gruppo paritetico cooperativo di aziende che lottavano contro l’illegalità e la mafia attraverso la creazione di un laboratorio di biodermocosmesi etica di cui ha curato il posizionamento negli store Yamamay.

Nel settore moda di alta fascia ha collaborato al piano industriale e di marketing di Cangiari Moda e la linea Sposa etica che ha ottenuto diversi riconiscimenti nazionali e internazionali tra i quali Arabian Fashion Week di Dubai e le copertine delle più prestigiose riviste di moda come Vogue Italia e UK.

Nel settore food ha lavorato per ottenere il riconoscimento IGP dei prodotti agricoli biologici di alta qualità per una nota azienda, e il loro posizionamento ad Eataly oltre che fra i presidi Slow Food.
È stata Export e Project Manager per il posizionamento di un noto brand di caffè (scelto per la Festa del Cinema di Cannes) in Italia e nel mondo, curando in particolare il lancio di una linea di alta fascia ecosostenibile.

Nel settore turistico ha promosso la creazione di un progetto di turismo responsabile su territori confiscati alla mafia e ha contribuito al rilancio di iniziative economiche sociali di ristorazione culturale.

È responsabile di una collana editoriale, che ha ricevuto diversi riconoscimenti e con cui ha finanziato progetti di innovazione sociale. Ha curato una rubrica dedicata alla letteratura e all’arte come contributor per Rome Central Magazine, rivista web per gli expat, i turisti, gli italiani nel mondo e ha contribuito alla redazione del volume “Donne, Politica, Istituzioni” realizzata, su impulso del Ministero per le pari opportunità, dall’Università di Messina per promuovere le pari opportunità nei centri decisionali della politica.

Ha un’esperienza più che decennale nella gestione e nel controllo di Fondi Europei e Fondi Pubblici, con attività di supporto al Ministero dell’Interno, al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico nonché nell’ambito della rete dei Nuclei di Valutazione degli investimenti pubblici.
Ha guidato, come Legal e Project Manager, il team che con l’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è occupato della creazione delle Linee Guida per la Promozione dei Servizi Pubblici Digitali e del progetto “Italia Login – la Casa del Cittadino”.

Per la Presidenza del Consiglio dei Ministri collaborato a lungo con il Dipartimento della Funzione Pubblica, progettando iniziative in materia di pari opportunità a livello nazionale e internazionale.

Laureata in Giurisprudenza presso l’Università LUISS di Roma, ha sempre investito nella sua formazione acquisendo specializzazioni multidisciplinari in Management pubblico e privato (Business School del Politecnico di Milano), internazionalizzazione (Tonji University in Shanghai), politiche di sviluppo tra l’UE e la nuova comunità economica asiatica ASEAN.

Molto attiva nel mondo dell’associazionismo, è membro del Comitato internazionale scientifico Impact di Asvi Social Change avente ad oggetto attività di studi e ricerche su temi di economia sociale, supervisore di Giuria Pari Opportunità e non discriminazione nel 2015 e dal 2016 ad oggi nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione, membro di Amnesty International e esponsabile del Focal Point Corporate Accountability nella normativa italiana e comunitaria.