Il CIFE di CONFAPI Sicilia spiega perché non si può demonizzare la delocalizzazione.

La Tax Foundation ha recentemente pubblicato “International Tax Competitiveness Index”, rapporto il cui scopo è quello di valutare sulla base di precisi indicatori il livello di competitività fiscale di un determinato Paese. Ebbene, stando all’analisi condotta dalla Fondazione, il paese maggiormente
competitivo ed attrattivo dal punto di vista fiscale sarebbe l’Estonia (al primo posto della classifica), seguita dalla Lettonia e della Nuova Zelanda (rispettivamente al primo ed al secondo posto). Tra i primi quindici Paesi maggiormente attrattivi dal punto di vista tributario rientra l’Ungheria (che si colloca al tredicesimo posto della classifica). L’Italia, invece, si colloca al trentasettesimo (ed ultimo) posto.

Di seguito il link per la consultazione del Report (in lingua inglese) in formato completo:  International-Tax-Competitiveness-Index-2021.pdf (taxfoundation.org)

Le imprese interessate ad approfondire temi della competitività fiscale in chiave di apertura a nuovi mercati, possono contattare il Comitato per l’Internazionalizzazione e la Fiscalità Estera di Confapi al seguente indirizzo email: comitatoestero@confapisicilia.it

 

A cura di Andrea Purpura