Le associazioni di categoria chiedono al governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, di attivare tutte le azioni possibili affinché in Sicilia parta la campagna vaccinale all’interno delle imprese private, che da una prima ricognizione hanno un parterre di circa un milione di persone (tra dipendenti e familiari) che sarebbero disponibili a sottoporsi volontariamente a vaccinazione.

Qui di seguito il testo integrale della lettera:

Al Governatore della Regione Siciliana
On. Nello Musumeci

Oggetto: Campagna vaccinale nelle imprese

Considerato che in Sicilia abbiamo in questi giorni una media di circa 205.000 contagiati e che registriamo un aumento giornaliero che si attesta intorno ai 1.000 nuovi contagi ogni giorno.

Considerato che siamo costretti a registrare il drammatico dato di una media di circa 30 morti ogni giorno.

Considerato che dall’incrocio dei dati si arriva alla preoccupante incidenza media che in percentuale giornaliera arriva al 3% dei decessi rispetto ai nuovi contagi.

Appreso che in Sicilia circa 400.000 vaccini sono attualmente disponibili seppur non inoculati.

Pur sapendo che la Regione si muove nell’alveo di direttive nazionali e il governo Musumeci sta mettendo in campo tutti gli sforzi logistici e tutte le risorse possibili per accelerare la campagna di vaccinazione Visto che in Sicilia si registra– anche in seguito alle informazioni diffuse riguardo alle reazioni avverse – una ritrosia a vaccinarsi con Astra Zeneca.

Rilevato che il mondo produttivo siciliano ha già messo in atto tutte le procedure logistico-organizzative per poter sopperire in maniera autonoma organizzata (anche con protocolli di collaborazione con la sanita privata siciliana) alla inoculazione dei vaccini ai propri lavoratori e ai loro familiari.

È atteso che questo comporterebbe

1) una rapidissima accelerazione delle procedure

2) un notevole risparmio per la Regione Siciliana

Qualche numero per essere chiari: in una settimana riusciremmo a vaccinare 50.000 persone. E inoltre le imprese sosterrebbero il costo della vaccinazione per i propri dipendenti, se il costo totale di un vaccino è stimabile intorno ai 40 euro, va da sé che la Regione risparmierebbe quasi 16 milioni di euro.

Le seguenti associazioni di categoria chiedono al governatore della Regione Siciliana – di attivare tutte le azioni possibili affinché in Sicilia parta la campagna vaccinale all’interno delle imprese private, che da una prima ricognizione hanno un parterre di circa un milione di persone (tra dipendenti e familiari) che sarebbero disponibili a sottoporsi volontariamente a vaccinazione.

Documento firmato dalle seguenti associazioni di categoria:

CONFAPI SICILIA – CONFINDUSTRIA SICILIA – CONFCOOPERATIVE SICILIA – CONFCOMMERCIO SICILIA – CONFARTIGIANATO SICILIA – CNA SICILIA – CONFERSERCENTI SICILIA – LEGACOOP SICILIA – CASARTIGIANI SICILIA

Rassegna stampa online:

https://www.ilsicilia.it/vaccini-imprese-siciliane-a-musumeci-vaccinare-lavoratori/

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2021/04/30/news/vaccini_non_utilizzati_le_imprese_siciliane_dateli_a_noi_-298797139/

https://gds.it/articoli/economia/2021/04/30/appello-delle-imprese-siciliane-a-musumeci-fateci-vaccinare-i-nostri-dipendenti-fe3cfcf6-a418-40ea-9505-a419971ebf40/

https://www.messinatoday.it/cronaca/vaccini-imprese-crisi-covid-appello-associazioni-regione.html