Un report stilato da colosso di Mountain View che si basa sulle geolocalizzazioni e sul sistema di Google Maps rivela l’andamento dell’isolamento nelle Regioni d’Italia.

Un insieme di dati anonimizzati e aggregati utilizzati per contrastare ed analizzare la pandemia: così Google Maps mostra come è variato l’affollamento di alcuni luoghi chiave per la diffusione del virus, a partire ad esempio dagli orari di punta.

In una nota l’azienda spiega: “Le autorità sanitarie ci hanno detto che questo stesso tipo di dati aggregati e anonimizzati potrebbe essere utile per prendere decisioni critiche nella lotta al COVID-19”.

Il report è stato diffuso attraverso i principali canali di informazione e stampa e mostra la situazione su base nazionale e regionale.

La situazione della Sicilia

L’analisi dei dati porta a stimare un’efficacia generalizzata delle misure di isolamento previste nell’ambito dell’iniziativa #IoRestoaCasa. In particolare per la Sicilia si registra una generale diminuzione nella frequentazione (stimata attraverso la geolocalizzazione) di luoghi associati ad attività ricreative (parchi, esercizi commerciali, ecc.)

In riduzione dell’89% anche il transito presso luoghi pubblici legati agli spostamenti (stazioni), anche in funzione delle misure di contenimento regionali.

Si riduce anche l’accesso a tutti i luoghi di lavoro nel mese di Marzo, in considerazione della chiusura delle attività definita congiuntamente dal DPCM 11 Marzo e 22 Marzo (elenco completo QUI) e dell’adozione, da parte delle imprese e di lavoratori di misure di organizzazione delle attività basate su smart working e lavoro agile.

In aumento la presenza residenziale. Il valore, limitato al 25% è legato anche alle cautele, in termini di privacy, attuate dagli utenti oltre che alla riduzione generalizzata degli spostamenti.