Il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, ha annunciato oggi che le cosiddette regioni “no cluster”, Lazio, Puglia, Abruzzo, Molise, Sicilia, Campania, Toscana, Sardegna, Calabria, Basilicata, Umbria e la Provincia autonoma di Bolzano, hanno firmato un’ordinanza tipo messa a punto dal Governo, in raccordo con la Conferenza delle Regioni, l’Istituto superiore di sanità e la Protezione civile, per coordinare le azioni nei territori fuori dall’area del contagio.

La Regione Sicilia ha emanato due ordinanze urgenti su base regionale per definire i criteri di prevenzione.

Alle Associazioni di Categoria spetta il compito di informare sulle misure necessarie per contribuire alla gestione della emergenza sanitaria.

In particolare, dalla data di adozione delle ordinanze e e fino al 2 marzo 2020 è disposta nel territorio della provincia di Palermo l’effettuazione di pulizia e disinfezione straordinarie degli asili nido e delle scuole di ogni ordine e grado, inclusi gli Enti di formazione esercenti l’attività educativa in regime di obbligo scolastico, con inibizione all’accesso degli studenti.

Coronavirus: Confapi ai tavoli del governo

Confapi segue con attenzione l’evoluzione dell’emergenza Coronavirus in stretto contatto col governo che sta coordinando i tavoli di settore per il monitoraggio degli eventi e predisponendo le misure di contenimento.

Il presidente di Confapi Maurizio Casasco è componente del tavolo insediato al ministero del Lavoro con imprese e sindacati. La prima riunione si è svolta domenica 23 febbraio ed una seconda è in programma martedì 25, sempre presso la sede di via Veneto del ministero.

Il ministero dello Sviluppo economico invece ha invece costituito un tavolo per le misure sul sistema produttivo, dove Confapi è presente sempre con Casasco, che si riunisce per la prima volta martedì 25.

Il governo sta predisponendo un Dpcm attuativo contenente un pacchetto complessivo di misure per fronteggiare l’emergenza.