Una peculiarità che rende unico questo modello di impresa che, per Casasco, è esportabile e alternativo alla globalizzazione e all’appiattimento produttivo.

Il Presidente Casasco, alla presenza del Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, ha firmato la Convenzione per l’attuazione del Testo unico sulla rappresentanza, assieme al Presidente dell’Inps Pasquale Tridico, al Direttore dell’Inl Leonardo Alestra e ai Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

L’importanza del Testo Unico per il Sistema Confapi e il mondo del Lavoro

Sono particolarmente orgoglioso di questo risultato per il quale abbiamo lavorato molto intensamente, soprattutto in questo ultimo mese. Confesso che è stato per me veramente emozionante ascoltare le parole del Presidente Tridico, del Ministro Catalfo e dei Segretari Generali Landini, Furlan e Barbagallo diriconoscimento della credibilità e del lavoro svolto rivolte nei miei confronti e soprattutto nei confronti dell’intero sistema Confapi. Vi ringrazio tutti di cuore per il supporto, per le idee e per la collaborazione che hanno arricchito e facilitato il mio compito. Maurizio Casasco, Presidente Confapi

La convenzione è importante per una molteplicità di fattori. Innanzitutto per fare ordine e combattere la proliferazione di contratti che non rappresentano né il mondo imprenditoriale né quello del lavoro. Secondo, perché favorisce il cammino già intrapreso insieme alle organizzazioni sindacali e non solo in sede di trattative per salvaguardare e far crescere il lavoro che riteniamo il vero bene comune. Ultimo, ma non ultimo, perché rappresenta un ulteriore riconoscimento – lo hanno sottolineato sia i vertici sindacali sia il Presidente dell’Inps sia il Ministro Catalfo – del ruolo importante della nostra Confederazione che incarna i valori economici e sociali che hanno generato e costituito la crescita industriale del nostro Paese.