Sei un’impresa turistica, un consorzio, un intermediario o una non profit? Partecipa al bando COSME per il turismo sostenibile.

Promuovere il turismo sostenibile e la circolarità, la cooperazione tra le aziende e i progetti che possono consolidare il settore turistico e favorire lo scambio transnazionale/transfrontaliero.

Promuovere le capacità  delle PMI di esplorare e attuare soluzioni che migliorerebbero la loro gestione sostenibile e la sostenibilità del turismo in generale, rispondendo alle esigenze di formazione e di business che le PMI del turismo richiedono per adeguarsi alle tendenze, sfide e opportunità che accompagnano il cambiamento industriale, inclusa la trasformazione in industria neutrale dal punto di vista climatico e transizione verso l’economia circolare.

Cosa si può fare nell’ambito del Bando:

Il bando COSME prevede la scelta di 5-7 progetti a livello europeo. Il contributo comunitario può coprire fino al 75% delle spese ammissibili per un massimo di 1.000.000 euro (saranno finanziati circa 5-7 progetti).

Cosa può fare Confapi Sicilia per la tua impresa

Supporto per la progettualità e per l’individuazione dei partner internazionali, grazie alla nostra rete per l’internazionalizzazione e alle partnership e protocolli di intesa a livello europeo.

Quali interventi sono ammessi:

I consorzi intermediari selezionati dovranno attivare misure tese a sviluppare e mettere in atto regimi di sostegno transnazionali e intersettoriali per sviluppare capacità di crescita sostenibile delle PMI nel settore turistico e in particolare:

  1. il trasferimento di competenze e conoscenze, attraverso attività di cooperazione fra aziende che sono in ritardo in termini di sostenibilità e quelle più avanzate e corsi di formazione e apprendimento tra pari per le PMI e le start-up nel settore turistico;
  2. il supporto tecnico per l’incubazione, l’accelerazione e l’ampliamento delle PMI del settore turistico al fine rendere più sostenibile la loro gestione e promuovere soluzioni innovative a favore del turismo sostenibile potenziando la cooperazione intersettoriale per lo sviluppo di nuovi prodotti, servizi e competenze e di nuovi modelli di business;
  3. il sostegno finanziario diretto alle PMI selezionate per il capacity building nel turismo sostenibile.

Ogni consorzio dovrà sostenere (compreso il sostegno finanziario) almeno 60 PMI turistiche di almeno 3 diversi paesi ammissibili (le PMI supportate possono essere stabilite in paesi ammissibili diversi rispetto a quelli in cui sono stabiliti i partner che formano il consorzio).

Nelle proposte progettuali il proponente deve specificare: i paesi di provenienza delle (almeno 60) PMI del settore turistico che beneficeranno dei regimi di sostegno (e la giustificazione di tale scelta), la metodologia che il consorzio seguirà per organizzare le sue attività di attuazione del progetto e quale membro del consorzio sarà il fornitore di supporto alle PMI. Il consorzio deve sostenere un numero equilibrato di PMI per paese.

Chi può beneficiare del bando

Enti dotato di personalità giuridica, pubblici o privati, come ad esempio: organizzazioni no-profit, pubbliche o private, ONG, enti pubblici e loro reti o associazioni, organizzazioni che operano per conto di un ente pubblico responsabili o attive nel settore del turismo, degli affari economici, dell’industria, del sostegno alle imprese o settori correlati; organizzazioni internazionali, enti privati a scopo di lucro, comprese le micro, piccole e medie imprese attive nel settore del turismo e del sostegno alle imprese; camere di commercio, istituti di istruzione e di formazione, comprese le università, i centri di ricerca del settore del turismo e del sostegno alle imprese.

Maggiori informazioni sono disponibili QUI.