5 anni di esperienza con Moody’s Investor Service a Londra. Ha rappresentato l’Italia e l’Australia al Global Chinese Economic Forum di Malacca nel 2016 e di HongKong nel 2018,  ha partecipato ad oltre 20 conferenze internazionali di banca, finanza e filantropia.

Il mercato dell’AUSTRALIA

Paese ricco di risorse naturali e caratterizzato da un elevato dinamismo economico, da 26 anni l’Australia registra continui tassi di crescita del PIL, record assoluto a livello mondiale. La solidità dell’economia australiana, che e’ la tredicesima a livello mondiale, e’ stata confermata dal limitato impatto generato della crisi finanziaria ed economica globale. A differenza di quanto avvenuto per le principali economie avanzate, l’Australia ha mantenuto un tasso di crescita economica di segno positivo durante il corso della crisi, senza mai entrare in recessione.

Grazie alla conclusione degli accordi di libero scambio con Corea del Sud, Giappone e Cina l’Australia sta rapidamente integrando la sua economia con quella delle principali economie asiatiche. Tale integrazione sta trasformando l’Australia in un’ideale piattaforma per la penetrazione economica dell’intera area dell’Asia-Pacifico. L’Australia è inoltre uno dei dodici Paesi firmatari del TPP per la creazione di una grande area di libero scambio nell’area. Infine, ha stipulato un accordo quadro con l’Unione Europea, che ha valore propedeutico rispetto all’FTA.

Esportare in AUSTRALIA

Secondo i dati del DFAT (Department of Foreign Affairs and Trade) nel 2017 l’interscambio bilaterale tra l’Italia e l’Australia ha sfiorato i 4,5 miliardi di euro.  Ancora una volta il saldo e’ nettamente a favore dell’Italia. Le esportazioni italiane ammontano infatti a quasi 4 miliardi di euro (3.951 miliardi di euro). L’Italia ha cosi’ scavalcato la Francia e vede davanti a se’ solo Germania e Gran Breatagna fra i paesi europei e passa da dodicesimo a undicesimo fornitore dell’Australia, con una quota di mercato del 2,2%. Le nostre esportazioni hanno registrato una lieve crescita (5,8%) rispetto al 2016. – Dhebora Mirabelli, presidente Confapi Sicilia

Il nostro Ambasciatore per l’AUSTRALIA

Un curriculum legato a doppio filo con l’estero, che inizia con due borse di specializzazione post-laurea: Giovanni Butera, classe 1969, intraprende così la sua carriera. Con un Master in Finanza presso l’Universita’ di Melbourne, e poi il PhD in Financial Econometrics presso RMIT, entra in settore Bancario nel 1999 al Mediocredito Centrale. Si trasferisce a Londra, dove lavora presso Moody’s Investor Service per 5 anni come responsabile per l’espansione della divisione Moody’s Analytics, prima nel mercato italiano, e poi per l’area EMEA.
Dal 2009 è in Australia – Melbourne, dove lavora prima per PwC come direttore della divisione banking e poi per Wipro Technologies, head of banking and risk management APAC.

Ha rappresentato l’Italia e l’Australia al Global Chinese Economic Forum di Malacca nel 2016 e di HongKong nel 2018,  ha partecipato ad oltre 20 conferenze internazionali di banca, finanza e filantropia.

Nel 2014 riceve la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per la creazione di una Fondazione – GAIA, Global Association of International Artists, in collaborazione e con il patrocinio e supporto – tra gli altri – del Consolato Italiano di Melbourne, il Consolato Malesiano in Australia, l’Ambasciata Italiana in Malaysia, Panang Art Society,  l’Accademia delle Belle Arti di Napoli e l’Universita’ di Melbourne.

Oggi, Giovanni e’ CEO e Managing Director di Nixora Group, societa’ di consulenza Australiana che lavora in partnership con IBM, Oracle, Moody’s Analytics, ASG Technologies and Integris S.p.A, e specializzata in data management and analytics per banche e istituzioni finanziarie.

Giovanni e’ anche Chairman della Fondazione GAIA, e fino alla scorso Giugno Giovanni era Director del Board  della Italian Chamber of Commerce and Industry in Melbourne (secondo mandato).